GP 4 – Riga

Il circuito di Kegums ha ospitato il quarto round del Campionato Mondiale Motocross FIM 2020, il Gran Premio di Riga che, per i problemi relativi alla pandemia da COVID19, è stato disputato eccezionalmente al mercoledì, sullo stesso tracciato che ha ospitato domenica scorsa il GP di Lettonia e che ospiterà il GP di Kegums domenica prossima: tre GP in una settimana.
Purtroppo Kevin Horgmo non ha ricevuto il necessario nulla osta medico per partecipare alla gara dopo aver subito la lussazione della spalla nella prima manche di domenica scorsa. Il norvegese nei prossimi giorni verrà sottoposto ad ulteriori esami clinici per quantificare l’entità del danno subito e i successivi tempi di recupero.
Diciannovesimo in prova, Brian Bogers (KTM 450 SX-F) ha fatto una bellissima partenza nella prima manche e ha mantenuto per buona parte di gara la quarta posizione. Nel finale ha subito la rimonta di alcuni avversari ma è riuscito a tagliare il traguardo in decima posizione. Nella seconda la partenza non è stata ottimale ma l’olandese è riuscito a tenere un buon ritmo che gli ha permesso di concludere al diciassettesimo posto. Bogers ha chiuso in quattordicesima posizione nell’assoluta di giornata ed è salito in tredicesima nella classifica di campionato.
Buona prestazione per Twan Van Essen (KTM 250 SX-F) nella prima manche dell’europeo EMX250 che ha chiuso in zona punti in sedicesima posizione. La fortuna non ha aiutato l’olandese nella seconda quando è stato costretto al ritiro per la rottura del pedale del freno posteriore mentre era ancora sedicesimo.
Brian Bogers: “Nelle qualifiche non è andata bene perché ho commesso molti errori e non sono riuscito a girare come avrei voluto. Nella prima manche ho fatto un’ottima partenza e sono rimasto al quarto posto per una ventina di minuti. Nel finale ero un po’ teso e quando ho subito il primo sorpasso ho subito un calo di concentrazione. A quel punto ho perso ancora qualche posizione ma ho finito decimo. In gara due sono partito male perché ho sbagliato qualcosa nella gestione della frizione al cancello. Guidavo bene ed ero anche abbastanza veloce così sono stato in grado di rimontare. Sfortunatamente nel finale sono caduto e ho perso un po’ di tempo a rialzarmi perché avevo un piede incastrato nella moto. Nonostante tutto ho chiuso ancora in zona punti, diciassettesimo.”
Twan Van Essen: “Le qualifiche non sono andate come avrei voluto perché ho commesso qualche errore e ho trovato spesso bandiere gialle in pista. All’ultimo giro ho segnato il mio miglior tempo finendo trentaduesimo. Nella prima manche sono partito bene. Il feeling in sella era buono, ho messo a segno diversi sorpassi e ho terminato in sedicesima posizione. Nella seconda la partenza non è stata soddisfacente ma mi sono portato velocemente a ridosso dei primi quindici. Purtroppo al terzo giro ho rotto il pedale del freno posteriore e mi sono dovuto ritirare. Nonostante tutto sono contento di come andata la giornata perché stiamo migliorando ad ogni gara e non vedo l’ora di tornare in pista sabato.”

© 2019 Marchetti Racing - webmaster: mediax@libero.it