GP 13 – Matterley Basin

Nell’anno delle Olimpiadi di Londra il Mondiale Motocross ha fatto tappa a Winchester, cento chilometri dalla City, per la tredicesima prova stagionale. Nel weekend agonistico di Giacomo Del Segato, pilota del Team KTM Marchetti Racing nella classe MX2, buono il Sabato, non altrettanto la Domenica.

Il tracciato di Matterley Basin, a Winchester, uno dei più spettacolari del calendario iridato, caratterizzato da un fondo piuttosto duro, compatto, da continui saliscendi e molte combinazioni di salti, si è presentato ai piloti del circus iridato in splendide condizioni. Ideale anche il meteo, con sole e caldo sopportabile.

Giacomo Del Segato, in sella alla KTM SX 250 F, si è ben comportato nelle sessioni del Sabato, in particolare nella prequalifica cronometrata, dove ha realizzato il ventunesimo miglior tempo della MX2 (terzo degli italiani in pista) pur avendo commesso qualche imprecisione nel giro lanciato, ed è stato poi protagonista di una positiva manche di qualifica, dove al via è scattato intorno alla ventiduesima posizione. Nel corso degli undici giri della gara ha tenuto un buon ritmo, ma non con grande regolarità, ed ha subito dei sorpassi. Solo nel finale è riuscito a recuperare un paio di posizioni ed ha concluso ventisettesimo. Il fondo duro del tracciato inglese ha acuito i problemi di una preparazione fisica ancora non buona, non tanto dal punto di vista aerobico, quanto della resistenza muscolare allo sforzo prolungato (Del Segato è tornato alle gare solo due settimane fa, a Loket). Così la Domenica, con manche ancora più lunghe (quaranta minuti circa), Giacomo ha dovuto fare i conti con indurimenti ai muscoli delle braccia, e affaticamento ai muscoli lombari e del collo. In gara uno è partito nelle retrovie ed ha concluso in ventottesima posizione.

Più o meno stesso risultato in gara due, conclusa in ventisettesima posizione, pur con una buona partenza entro i primi quindici.

‘La pista di Matterley Basin mi piace molto, anche come disegno del tracciato e terreno, purtroppo la mia condizione fisica non è ancora quella giusta ed ho sofferto soprattutto la Domenica di problemi muscolari. Forse nelle ultime settimane cercando di accelerare la ripresa ho esagerato con i carichi di lavoro. Comunque ho concluso le due manche senza particolari errori ed ora ci sono un paio di settimane per migliorare la situazione fisica. Di sicuro il prossimo GP, Lierop, non sarà dei più facili per me. Lierop è una pista dove non ho mai corso e il fondo sabbioso non è dei miei preferiti, ma quest’anno con il team abbiamo fatto alcune sessioni specifiche di allenamento in Belgio e mi impegnerò comunque a far bene’.

Prossimo GP in programma il 2 Settembre a Lierop (Olanda).

© 2019 Marchetti Racing - webmaster: mediax@libero.it