GP 9 – Uddevalla

Una manche buona per Bonini.
Nell’appuntamento svedese del Mondiale Motocross Matteo Bonini (KTM Marchetti Racing) è il miglior italiano di gara uno, tredicesimo.
La trasferta scandinava del Mondiale Motocross MX1 si è disputata sulla storica pista di Uddevalla, in Svezia. Condizioni meteo variabili e scrosci di pioggia al sabato e domenica mattina hanno reso più difficile e insidioso, con tratti fangosi, un tracciato comunque scorrevole e veloce.
Matteo Bonini ha sin dal sabato dimostrato un gran feeling con la pista svedese e nella manche di qualifica al Sabato pur intorno alla trentesima posizione dopo la partenza, è riuscito a classificarsi diciassettesimo.
Il warm-up della domenica mattina ha confermato il potenziale di Matteo, che ha segnato sul giro singolo il quarto miglior tempo. Purtroppo nelle gare, della durata di trentacinque minuti più due giri, Matteo è ancora costretto a dover gestire la durata della manche, non essendo ancora al meglio della condizione, ma la sua preparazione sta decisamente migliorando ed è tornato ad allenarsi con continuità, ora che il pollice della mano destra è in via di completa guarigione.
In gara uno Matteo con la KTM SX 450 F preparata dal team di Elio Marchetti è partito oltre metà gruppo, al primo passaggio era in ventunesima posizione, ed ha subito iniziato a girare a buon ritmo e a risalire la classifica. Sedicesimo già a metà tempo, in lotta con lo spagnolo Barragan, nella seconda parte di gara riusciva a guadagnare altre tre posizioni, concludendo tredicesimo, migliore degli italiani.
In gara due Bonini è uscito molto forte dal cancelletto ed alla prima curva era in decima posizione. Però dopo poche curve in un salto lungo si è trovato sotto le ruote il francese Soubeyras che aveva sbagliato nell’impostazione della rampa, atterrando corto a metà salto. Matteo già in volo è riuscito solo in parte a modificare la sua traiettoria e con la ruota anteriore è atterrato sulla parte posteriore della moto del francese, finendo malamente a terra. E’ risalito in sella ed è ripartito, ma ultimo e non nelle migliori condizioni, e dopo un quarto d’ora ha preferito rientrare al box.
Bonini: ‘La pista mi piaceva molto: il fondo nei punti asciutti era duro ma viscido, scivoloso. Gara uno è andata bene anche se non avevo fatto una buona partenza. Sono contento perché ho rimontato, anche se non c’erano molte traiettorie per i sorpassi. In gara due invece ero partito molto bene, subito dopo il gruppo dei primi, ma nel primo giro, nel panettone dopo la prima salita, Soubeyras da sinistra ha improvvisamente tagliato verso destra ed è finito nella mia traiettoria, Io ero già in volo sul salto e gli sono atterrato sulla parte posteriore della moto. La caduta è stata brutta e sono rimasto un attimo stordito, Fortunatamente non ho riportato danni fisici ma mi dispiace molto per il ritiro, nella seconda manche avrei potuto raccoglier ancora un bel po’ di punti iridati. Comunque trasferta positiva, anche perché la mia condizione comincia ad esser buona e la moto era veramente perfetta’.

Per Bonini otto i punti conquistati in Svezia, risultato di buon valore che ripete quello di Fermo. Matteo è ventunesimo in classifica generale provvisoria, con trentaquattro punti.
Prossimo GP: Kegums (Lettonia) il 15 Luglio

No comments

Post a Reply

© 2019 Marchetti Racing - webmaster: mediax@libero.it