GP 2 – Nakhonchaisri

Dopo il debutto in Qatar il Team KTM Marchetti si è spostato in Asia per partecipare alla seconda prova di campionato, il Gran Premio della Thailandia. Week end impegnativo per i ragazzi del Team e i nostri piloti che sulla pista di Nakhonchaisri (50 Km da Bangkok) hanno dovuto fare i conti con condizioni climatiche estreme, caratterizzate da temperature superiori ai 38° associate a livelli elevatissimi di umidità.

Josè Butron (KTM SX 350 F – MXGP)ha iniziato il fine settimana di gare centrando il quindicesimo posto in qualifica. Nella prima manche Butron non è partito benissimo ma è riuscito a rimontare fino all’undicesima posizione. Purtroppo nel finale ha vanificato quanto di buono aveva fatto a causa di una caduta e ha terminato al tredicesimo posto. Nella seconda, dopo essere partito tra i primi, ha mantenuto per qualche giro la settima posizione ma è rimasto vittima di un vistoso calo fisico a causa del gran caldo e, giro dopo giro, ha perso posizioni. Persa la lucidità è caduto ancora e a quel punto ha preferito fermarsi per evitare di incappare in altri errori. Otto punti sono stati il suo bottino in Thailandia che gli danno modo di occupare il sedicesimo posto in campionato dopo le prime due gare.

Ivo Monticelli (KTM SX 250 F – MX2)ha pagato ancora il forte ritardo nella sua preparazione causato dall’operazione al ginocchio destro che ha amplificato ancora di più gli effetti del proibitivo clima Thailandese. Nella manche di qualifica di sabato Monticelli non è andato oltre la ventesima posizione. Gli è andata meglio in gara uno dove ha concluso con un incoraggiante quindicesimo posto. Sfinito dalla fatica, Ivo a fine manche è dovuto ricorrere alle cure mediche per ovviare ad un principio di disidratazione. I medici gli hanno consigliato di non partecipare alla gara due, ma Ivo ha voluto pendere il via. Purtroppo è rimasto coinvolto in una caduta alla prima ed è stato costretto a ritirarsi nel corso primo giro.

Josè Butron “E’ stato un week end particolarmente difficile perché in queste condizioni climatiche ho faticato parecchio a rendere al meglio per tutto il tempo di gara. Sabato in qualifica ho chiuso quindicesimo. Nella prima manche sono partito nelle retrovie ma sono riuscito a tenere un buon passo e sono risalito fino all’undicesimo posto. A causa di una caduta ho perso qualche posizione e alla fine ho chiuso tredicesimo. Al via di gara 2 sono partito bene e ho mantenuto per i primi giri la settima posizione. Dopo cinque tornate però ho subito un calo fisico e ho iniziato a perdere posizioni fino a che sono caduto malamente all’atterraggio di un salto e ho preferito ritirarmi. Fortunatamente ho rimediato solo qualche botta e avrò tutto il tempo per riprendermi al meglio in vista della prossima gara in Argentina. Il mio obiettivo e quello del Team è di rimanere costantemente nei primi quindici e sono contento di esserci riuscito nell’unica manche che ho portato a termine”

Ivo Monticelli “ Un altro week end difficile per me che ho sofferto tantissimo il grande caldo e l’afa. Nella qualifica sono scivolato dopo il via e alla fine ho terminato solo ventesimo. Domenica nella prima manche ho dato il massimo e sono riuscito a conquistare la quindicesima posizione finale, ma dopo l’arrivo ero veramente sfinito. Nella seconda manche dopo una caduta la via ho preferito ritirarmi nel corso del primo giro anche perché sentivo che le mie forze venivano meno e provare a finire la gara sarebbe stato troppo rischioso. Con questo clima era davvero molto difficile fare di più. Adesso fortunatamente avrò tempo per prepararmi ad affrontare in condizioni migliori la prossima gara di campionato in Argentina”

Dopo la lunga trasferta asiatica il Team Marchetti avrà tre settimane di tempo per ricaricare le batterie in vista dell’ultima trasferta intercontinentale di questo primo scorcio di stagione, il Gran Premio di Argentina, che si svolgerà a Nequen, in Patagonia, nell’ultimo fine settimana di Marzo.

No comments

Post a Reply

© 2019 Marchetti Racing - webmaster: mediax@libero.it